Neicos Blog

Unicità

Distinguersi per non estinguersi: trova la tua UNICITA’!

Unicità… Che significa? Come trovarla? Perché è importante?

Quante volte ti sei domandato come poter far sì che i clienti, nello sconfinato mare di possibilità, scelgano proprio te, la tua azienda, il tuo prodotto o servizio?

Ogni giorno ci chiediamo – Come possiamo rendere felice questo cliente? Come possiamo farlo proseguendo lungo la strada dell’innovazione? – Ce lo domandiamo perché, altrimenti, lo farà qualcun altro. [Bill Gates]

Oggi vogliamo parlarti di unicità, caratteristica imprescindibile per chi, come te, ha l’esigenza di farsi notare e, soprattutto, ricordare.

Hai bisogno di distinguerti dalla massa, di emergere… Hai bisogno di individuare il tuo talento e specializzarti.

Comincia col porti alcune domande:

  • In cosa sono bravo?
  • Cosa mi riesce meglio?
  • Cosa devo migliorare?

E cerca di rispondere SINCERAMENTE.

No, non crediamo tu sia un bugiardo. E’ che spesso e volentieri ci piace credere che siamo in grado di fare tutto, che siamo BRAVI in tutto.

Ma in cuor nostro sappiamo bene che si tratta di una grossa bugia. Perché evidentemente NON POSSIAMO saper fare tutto. Ma soprattutto NON POSSIAMO SAPER FARE TUTTO BENE.

Saper fare troppe cose (o dire/credere di saperle fare) significa non approfondirle appieno, il classico “di tutto un po’”… E va a finire che non si sa fare niente veramente bene.

Un famoso detto dice:

Meglio fare poche cose ma bene che farne tante e male.

Quindi scegli di specializzarti, facendo emergere il tuo talento. Scegli di fare quello che sai veramente fare, individua il tuo talento specifico ed investi tempo, denaro e formazione in quello. Solo così sarai certo di offrire un servizio impeccabile. E questo è un requisito fondamentale per distinguersi dalla concorrenza.

Ognuno è un genio. Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi, lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido. [Albert Einstein]

Quindi quello che conta veramente non è tanto quello che offri, ma come lo offri. E’ la percezione che il tuo cliente ha della tua azienda e del tuo prodotto o servizio: se lo considera come qualcosa di unico e indispensabile per i suoi bisogni, hai centrato l’obiettivo!

La strada più breve per morire è imitare i metodi dei propri avversari. [Winston Churchill]

Quello che cambia tutto sono le tue scelte

Molte aziende scelgono (o fanno l’errore) di vendere un po’ di tutto a tutti o di vendere prodotti generici senza pensare ad un pubblico ben preciso. Così facendo, si condannano a rimanere “nell’anonimato”, a non distinguersi dalla massa, a non risaltare tra i competitor.

Quindi non basta più solo creare un buon prodotto o servizio: devi creare l’identità che i clienti ti assoceranno quando penseranno a te. Su questa identità punterai tutto, perché sarà il fattore che ti permetterà di essere differente e di diventare un punto di riferimento. Su questa identità devi puntare ad essere considerato il migliore.

Perché quello che conta non è quello che tu pensi di essere, ma quello che i tuoi clienti pensano di te.

Per far sì che questa identità venga affermata, devi quindi trovare la tua unicità. Scegli dunque la tua specializzazione, per esempio puntando su una determinata categoria di prodotti o servizi più ristretta, o sullo sviluppare un modo diverso e innovativo di presentarli, oppure sul soddisfare una precisa esigenza, o, ancora, sul soddisfare un target specifico.

Nel campo che scegli, quello in cui ti senti “padrone”, puoi diventare l’esperto ed essere percepito come il più competente.

Consiglio!

Non specializzarti in qualità. E’ un fattore che il cliente non riesce a percepire prima di comprare, cioè nel momento in cui devi convincerlo a venire da te. Quindi non usarla come strumento per attirarlo. Piuttosto usala poi per farlo tornare da te.

Ma come faccio a sviluppare il mio talento?

Come già anticipato nella nostra guida per il successo, prova a seguire 4 passaggi:

  1. Consapevolezza di te stesso: impara ad identificare esattamente il tuo ruolo e le tue mansioni. Individua il tuo punto di forza e il tuo punto di debolezza. Cogli cosa c’è da migliorare ma, soprattutto, specializzati in ciò che ti riesce meglio.
  2. Consapevolezza del cliente: comprendi il bisogno del cliente e focalizzarti su come poterlo soddisfare.
  3. Giuste domande: interrogati sul tuo servizio. Quale passaggio mi riesce meglio? In quale altro perdo tempo? Come migliorare? Su quale mettere più enfasi?
    [N.B.: Cerca di non perdere questa abitudine. E’ importantissimo interrogarsi costantemente. Da una parte, per cercare sempre di migliorarsi e di innovarsi. Dall’altra, perché sappiamo tutti benissimo che adagiarsi sugli allori è controproducente per l’efficienza della nostra offerta.]
  4. Esperienza del cliente: devi capire su cosa puntare per renderla indimenticabile. Ed ecco che stai cominciando a trovare la tua unicità.

Per incamminarsi in maniera rivoluzionaria sulla strada del miglioramento occorre che il miglioramento diventi un dovere, una parte del lavoro quotidiano, scritto nel mansionario di ognuno. [Juran Joseph]

Allora? Qual è il tuo talento?

Vieni a raccontarcelo… Dove? A colazione! Come? Contattaci!

×