Neicos Blog

Imprenditore

Hai veramente la stoffa dell’imprenditore? Ecco 14 caratteristiche da sviluppare

Quando hai deciso di diventare imprenditore, probabilmente avevi da una parte il desiderio di non lasciare ad altri il tuo destino lavorativo, dall’altra quello di fare qualcosa di “grande”, che fosse guidato da una forte passione. Ma ti sei mai chiesto se hai veramente la stoffa per farlo? O se comunque ti stai comportando nel modo giusto nei confronti del tuo business, dei tuoi dipendenti, dei tuoi collaboratori, dei tuoi fornitori, dei tuoi clienti?

Vediamo un po’ alcune delle caratteristiche (quelle secondo noi più importanti) – e anche qualche consiglio – che un imprenditore dovrebbe avere (o comunque sviluppare) per raggiungere il successo.

 

1) Entusiasmo.

E’ la base e la chiave dell’imprenditoria. Qualsiasi prodotto o servizio promosso con entusiasmo riesce a catturare l’attenzione dell’interlocutore, perché riflette l’animo dell’imprenditore. Dopo tutto, l’aspetto umano è sempre quello che più ci incuriosisce.

entusiasmo

 

2) Ambizione e intraprendenza

Un imprenditore ha successo se realizza, o se cerca di realizzare, ciò che tante altre persone non avrebbero mai avuto il coraggio nemmeno di pensare. Perciò non avere paura di porti sempre obiettivi ambiziosi, anche se magari sembrano troppo ambiziosi. Abbi il coraggio di rischiare e di proporre qualcosa di nuovo.

Cerca però di correre dei rischi calcolati. E’ necessario abbandonare la strada più sicura per avere successo in un campo altamente competitivo, ma fallo pianificando attentamente le tue iniziative e contieni quanto più possibile i rischi, preparandoti sempre ad affrontare contrattempi occasionali.

 

3) Capacità di problem-solving

Non farti bloccare dai problemi e, soprattutto, non ignorarli. Cerca sempre di risolverli, trovando la soluzione giusta. Il che significa non avere fretta, ma prendersi il proprio tempo per analizzare bene la situazione, valutare qualche opzione e scegliere infine la migliore. Ricorda che non esiste un grande problema, ma solo tanti problemi piccoli: prova a dividere un impegno apparentemente ingestibile in compiti più piccoli, così da portarlo avanti step by step.

“Non è che io sia così intelligente, è solo che rimango con i problemi più a lungo.” [A. Einstein]

Sii paziente. Qualsiasi business ha bisogno di tempo. Per farsi conoscere, per costruirsi una reputazione, per crearsi una rete di contatti stabili. Quindi, armati di calma e pazienza. Sii tenace e sforzati di trovare spunti positivi nelle difficoltà.

Cerca inoltre di non perdere mai la calma o di farti prendere dal panico. Impara a gestire le situazioni di stress nel migliore dei modi. Dovrai sempre uscirne “da signore” (o l’immagine del tuo brand ne risentirà).

 

4) Spirito di innovazione

Cerca sempre di migliorarti, anche quando le cose vanno bene, provando a prevenire i momenti difficili.

Analizza tutto quello che ti circonda, fai ricerca e tieniti aggiornato su tutte le novità del tuo settore, cerca di proporne di nuove o di proporle in modo diverso.
Parola d’ordine: Innovazione!

Risultati immagini per innovazione

5) Spirito di gruppo

Devi essere un leader per la tua squadra e ogni buon leader ha bisogno di compagni viaggio, siano essi soci o dipendenti. Devi collaborare con chi ti sta intorno per ottenere risultati.

Se hai dei dipendenti, essi formano la tua rete di appoggio e sono necessari per avere successo, quindi assumi persone in gamba e competenti, considerando anche il ruolo che andranno a rivestire nella squadra e, soprattutto, se sono capaci di collaborare.

Tieni a mente che per formare una squadra valida, l’omogeneità non dovrebbe mai essere una priorità. Diversi punti di vista offrono molti vantaggi all’intera azienda, tanto nell’innovazione quanto nell’esperienza.

 

6) Creatività e fantasia

Non deve assolutamente mancare la voglia di sperimentarsi, di mettersi in gioco e, soprattutto, di farsi venire nuove idee (vincenti).

“La logica può portarti da A a B. L’immaginazione invece ti può portare ovunque” [A. Einstein]

 

7) Rispetto

Bisogna avere rispetto delle regole, dei dipendenti, della clientela, dei collaboratori, degli avversari, di tutti. Comportati rispettosamente, cortesemente e umanamente nei confronti di tutte le persone che incontri, non si sa mai: potresti formare legami forti in occasioni inattese, trovarti di fronte a un futuro socio d’affari, un eventuale investitore o un datore di lavoro.

Metti fine ai rapporti solo quando è assolutamente necessario. Immagina che i tuoi contatti lavorativi formino una rete: ogni collegamento è fondamentale per il suo funzionamento.

Pratica l’ascolto attivo. Metti in contatto le persone. Un imprenditore di successo dovrebbe ispirare e favorire la creazione di rapporti interpersonali. Promuovi un ambiente che unisca la gente trattando in maniera equa e onesta gli altri, incoraggiandoli a collaborare. Fai in modo che tra loro si instauri un clima di fiducia.

rispetto-significa

8) Ottimismo

Non farti buttare giù dai fallimenti, sfruttali invece a tuo vantaggio. E’ da loro che impari veramente ad affrontare le situazioni, poiché fanno luce sui tuoi metodi e obiettivi. Interpreta correttamente i tuoi errori: ti daranno l’occasione di riflettere sul tuo operato. A volte solo affrontando l’insormontabile, l’insuccesso e la lotta per rimettersi in sesto si matura la tenacia richiesta da questo lavoro. Dopotutto, dagli sbagli s’impara.

“L’insuccesso è semplicemente l’opportunità di ricominciare, questa volta in modo più intelligente”. [H. Ford]

 

9) Flessibilità

Essere imprenditore richiede orari imprevedibili, riunioni all’ ultimo minuto, cambi improvvisi, problemi. Lascia perdere la quotidianità. Sfondare nel mondo degli affari significa farsi in quattro. Se porti a termine un lavoro prima del previsto e hai del tempo libero, online puoi trovare un’infinità di risorse per arricchire le tue conoscenze. Mai riposare sugli allori: la mente deve sempre guardare al futuro. Devi quindi essere capace di mantenere un livello di concentrazione molto alto.

Cerca però di trovare un equilibrio tra lavoro e tempo libero. Buttarti a capofitto nel lavoro senza prenderti pause aumenterà lo stress e diminuirà la produttività.

 

10) Conoscenza e confronto

Non è possibile rimanere indietro. Bisogna stare al passo con le tecnologie, si deve essere sempre aggiornati, bisogna conoscere le leggi, i vari aspetti del proprio business, le possibilità di crescita…

Sii curioso: guardati in giro e non tenere tutto per te, chiedi pareri (ma soprattutto ascoltali) e confrontati con gli esperti di settore. Coinvolgi anche impiegati e assistenti nel processo decisionale, soprattutto quando è necessario fare scelte difficili. Solo così si sentiranno davvero parte del gruppo, e sempre più contenti di contribuire al suo stesso successo. E anche se può essere difficile, sii sempre pronto a rivedere il tuo punto di vista.

Impara anche a conoscere la tua clientela: le emozioni, non i prezzi, spesso costituiscono il fattore decisionale nelle fasi d’acquisto. Mettiti quindi al servizio dei tuoi clienti. Un servizio di customer care di alto livello paga, sia nel breve che nel lungo periodo.

Investi in formazione. Non solo per la forza lavoro, ma anche per te stesso. Per mantenere il successo, come per ottenerlo, occorre continuare a mettersi sempre in gioco, anche sul piano della formazione. Cerca di investire per avere successo in futuro, non festeggiare solo i successi attuali.

“Quando smetti di imparare, inizi a morire.” [A. Einstein]

11) Immagine curata

Non significa stare attenti a quello che si indossa, ma a come lo si indossa. Per avere successo un buon imprenditore deve capire che tipo di immagine sta trasmettendo ai clienti, perché anche affidabilità e simpatia influenzano le vendite.

 

12) Metodo

Assegna delle priorità ai tuoi impegni. Occupati prima dei compiti che ti daranno un vero beneficio a lungo termine. Devi differenziare gli impegni che ti daranno più vantaggi a lungo andare da quelli che magari sono più facili, ma poi offrono meno benefici.

Smetti di rimandare. Ignorare gli aspetti meno piacevoli del lavoro non li farà scomparire per magia.

Fai delle liste. Avere un elenco delle cose da fare e cancellare le voci man mano che si portano a termine è indispensabile per combattere la procrastinazione. Ogni lista dovrebbe essere abbastanza lunga da mantenere il carico di lavoro nella giusta prospettiva, ma non tanto da farti sentire travolto dagli impegni.

Completa i progetti, porta a termine quello che inizi. Finire un progetto ti permetterà di imparare molto di più rispetto a una decina di tentativi falliti. Ma come capire quando è il caso di mollare la presa? Servono un’introspezione onesta e una certa autoconsapevolezza: se ti ritrovi a pensare spesso ad un progetto in particolare e ne hai una lunga serie di inRisultati immagini per to docompiuti alle spalle, forse è segno che devi metterti all’opera e portarlo a termine.

Non avere però manie di perfezionismo. Ricordati sempre che la perfezione non esiste!
E non essere maniaco del controllo. Non puoi occuparti di tutto. Per avere successo bisogna poter disporre di un’équipe di specialisti, che raramente è possibile internalizzare. Ecco perché a volte è meglio affidare una serie di incarichi a persone davvero competenti, anche se non lavorano per noi.

 

13) Onestà

Assumiti le tue responsabilità. Un imprenditore di successo deve rispondere delle proprie azioni, che siano state positive o negative. Un comportamento responsabile fa capire ai dipendenti e ai datori di lavoro che sei disposto ad affrontare apertamente e onestamente le varie situazioni. Nessuno apprezza chi si lava le mani delle conseguenze negative e dei passi falsi. Anzi, questo atteggiamento può scatenare effetti disastrosi sui rapporti instaurati nel mondo degli affari.

 

14) Passione

Se devi investire tempo, denaro ed energie, fallo in qualcosa che ti piace veramente, insegui i tuoi interessi. Se dai anima e corpo ad un lavoro soddisfacente, la passione ti spronerà a dare il massimo anche quando la motivazione verrà a scemare. Avere passione non significa che sarà sempre tutto facile e divertente, ma vuol dire credere in quello che fai e alla fine i tuoi sforzi dovrebbero sempre renderti orgoglioso, o almeno farti avvicinare un po’ di più alla meta finale. Se non ami profondamente quello che fai e se non credi ciecamente nell’idea che vuoi sviluppare, sarà impossibile ottenere risultati straordinari.

“Nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione.” [G. W. F. Hegel]

 

Ecco le 14 caratteristiche che, secondo noi, un imprenditore dovrebbe avere.

Che non significa che se non ce le hai dalla nascita puoi scordarti di fare carriera. Ma sono caratteristiche, alcune sicuramente più di altre, che vanno sviluppate, sulle quali si può (e si deve) lavorare, che si possono acquisire con il tempo.

Se per caso decidi (o ti capita) di intraprendere un percorso che non ti entusiasma, che non ti appassiona, dal quale non ti senti spronato, non significa perforza che l’imprenditore è un mestiere che non fa pert te. Magari hai semplicemente sbagliato strada. Non ti resta quindi che deviare e prenderne un’altra, oppure tentare di modificare quella che stai già percorrendo.

Se sei determinato a raggiungere un certo obiettivo, non mollare mai!

 

E se sei già un imprenditore appassionato ed entusiasta ma il tuo business non ti basta… Contattaci!

 

 

 

×